TV

Rai 2: Shade con Federica Carta a Quelli che il calcio – tra gli ospiti Francesca Chillemi, Boosta, Diego Abatantuono

In studio Boosta, Francesca Brienza e Diego Abatantuono. Al pub con Federico Russo e i Calciatori Brutti l’ex Miss Italia Francesca Chillemi, prossimamente al cinema nel cinepanettone “Natale da chef”. Francesco Mandelli a Rho per “L’Artigiano in fiera”.

Torna domenica 10 dicembre alle ore 13.45 l’appuntamento settimanale con “Quelli che il Calcio”, condotto da Luca BizzarriPaolo Kessisoglu e Mia Ceran.

Dopo il successo della hit estiva “Bene Ma Non Benissimo”, certificata Disco di Platino, il rapper torinese Vito Ventura, in arte Shade, porta sul palco di “Quelli che il calcio” il suo nuovo singolo “Irraggiungibile”  featuring Federica Carta, che in due sole settimane dall’uscita è già Disco d’Oro, con oltre 3 milioni di streaming su Spotify e 10 milioni di visualizzazioni su YouTube per il video ufficiale.

Commentano le partite della serie A al grande tavolo di “Quelli che il Calcio” il musicista Davide Dileo, alias Boosta, la giornalista giallorossa Francesca BrienzaDiego Abatantuono, l’arbitro degli arbitri Paolo Casarin, il Campione del Mondo Fulvio Collovati e il guru dei motori Giorgio Terruzzi.

L’attrice ed ex Miss Italia Francesca Chillemi, nel cast del cinepanettone “Natale da Chef” in uscita il 14 dicembre, raggiunge Federico Russo e i Calciatori Brutti al “pub” di Corso Sempione insieme alla medaglia d’oro di ciclismo su strada Dino Zandegù e al tifoso del Benevento Antonio Mazza.

L’”inviato speciale” Francesco Mandelli è a Rho per “L’Artigiano in fiera”, mentre Mimmo Magistroni e Totò Schillaci sono a Cesena dove, insieme ai “pulcini” della squadra cittadina, riproporranno i migliori gol della Serie A.

Tornano con nuovi sketch e imitazioni i comici Ubaldo PantaniAntonio Ornano Toni BonjiEmanuele Dotto presidia come ogni domenica la postazione tecnica, mentre Melissa Greta Marchetto prosegue la sua esilarante raccolta dei commenti e dei contributi provenienti dal mondo on line.

A raccontare dagli spalti il grande calcio: il portiere del Cittadella Enrico Alfonso e il comico Francesco De Carlo per l’anticipo delle 12.30 Chievo – Roma; la giornalista sportiva e tweetstar Anna Trieste e il comico Lorenzo Baglioni per Napoli – Fiorentina; il mitico Bruno Pizzul e la giovane attrice Virginia Robatto per Udinese – Benevento. Commentano Spal – Verona il telecronista e pittore Ferruccio Gard insieme al comico e strumentista Andrea Poltronieri, alias Poltrosax, mentreTotò Schillaci e il comico Giorgio Montanini sono protagonisti di uno speciale RVM dedicato all’anticipo del sabato Juventus – Inter.

QUELLI CHE IL CALCIO è un programma di Stefano Andreoli – Marcello Colombo – Luca Bizzarri – Martino Clericetti –  Walter Fontana – Paolo Kessisoglu – Maria Cristina Massaro – Mattia Odoli – – Ubaldo Pantani – Massimo Venier. Regia di Luigi Antonini.


 

THE WALKING DEAD 8

 SI RIPARTE CON L’EPISODIO 100 E SI CAMBIA MARCIA

 Dal 23 ottobre il lunedì alle 21:00 in prima visione assoluta

su FOX (canale 112 di Sky)

Jeffrey Dean Morgan as Negan, Josh McDermitt as Dr. Eugene Porter, Austin Amelio as Dwight – The Walking Dead _ Season 8, Gallery – Photo Credit: Alan Clarke/AMC

L’ottava stagione di THE WALKING DEAD si apre celebrando un grande traguardo: la première coinciderà con il 100° episodio della serie in cui la guerra tra i nostri sopravvissuti e Negan (Jeffrey Dean Morgan) sembra ormai alle porte. Per la vittoria servirà molto di più che trovare nuove armi e nuovi combattenti: Rick (Andrew Lincoln) e il suo gruppo verranno messi alla prova come mai prima d’ora. I sopravvissuti di Alexandria, Hilltop e del Regno dovranno unire le forze contro i loro oppressori, sconfiggendo una volta per tutte i Salvatori e Negan, il loro leader spietato.

The Walking Dead nella scorsa stagione ha visto nascere lo scontro tra i due maschi alpha Rick Grimes e Negan.che a qualche critico ha ricordato i film d’azione anni ’80 con Stallone e Schwarzenegger, nei nuovi episodi il confronto fra i due sarà ancora più violento. “Ogni volta che ti giri qualcuno sta sparando a qualcosa o sta facendo saltare in aria qualcos’altro. C’è una quantità di azione che non vedevamo in tv dai tempi dell’A-team con almeno 10 esplosioni in ogni episodio”, secondo uno dei protagonisti, Seth Gilliam (Padre Gabriel), intervistato da Entertainment Weekly. Questo a conferma delle novità anticipate nei mesi passati che preannunciavano un notevole cambio di marcia per l’ottava stagione.

Andrew Lincoln as Rick Grimes – The Walking Dead _ Season 8, Gallery – Photo Credit: Alan Clarke/AMC

Danai Gurira as Michonne, Melissa McBride as Carol Peletier, Lauren Cohan as Maggie Greene, Alanna Masterson as Tara Chambler – The Walking Dead _ Season 8, Gallery – Photo Credit: Alan Clarke/AMC

Il trailer mostrato al San Diego Comicon prefigura con chiarezza il cambiamento. La prima parte è più introspettiva (sulle note di Music for Pieces of Wood di Steve Reich) ma a metà il ritmo cambia con il sottofondo della canzone Prisoner’s Song dei Dropkick Murphys e lo show sembra trasformarsi in un lungo scontro senza esclusione di colpi. Lo showrunner Scott M. Gimple nel corso degli anni ha occasionalmente velocizzato alcuni passaggi del fumetto nella storyline della serie tv, mentre in altre occasioni ha rallentato per approfondire il percorso anche psicologico dei personaggi attraverso l’apocalisse. Ora sembra che il ritmo stia per accelerare di nuovo con conseguenze imprevedibili per i protagonisti.

Una novità della stagione sarà la presenza più massiccia di scene con Rick e Daryl (Norman Reedus), spesso divisi nella scorsa stagione. I fan saranno felici di ritrovare la coppia più amata della serie che lo stesso Andrew Lincoln si è divertito a paragonare a Batman e Robin o Abbott e Costello.  Ma il momento che ha fatto più discutere a San Diego è stata la sequenza finale del trailer che vede un Rick barbuto e invecchiato svegliarsi su un letto. Gli autori vogliono forse raccontarci che è stato solamente un sogno? Un modo per annunciare che questa stagione sarà l’ultima? Scopriremo tutto questo nel corso dei nuovi sedici episodi.

http://www.mondofox.it


THE GIFTED

Gli X-Men e la fobia della diversità nell’era Trump

In prima visione dal 18 ottobre il mercoledì alle 21:00

su FOX (canale 112 di Sky)

THE GIFTED: Emma Dumont in THE GIFTED premiering premiering Monday, Oct. 2 (9:00-10:00 PM ET/PT) on FOX. ©2017 Fox Broadcasting Co. Cr: Ryan Green/FOX

Dal 18 ottobre i mutanti sbarcano su FOX, a 2 settimane dal successo del debutto negli USA. “Ti ritrovi in un mondo diverso. Un mondo che ti teme e ti odia.” Così recita il promo di THE GIFTED, serie ambientata nel mondo degli X-Men e ispirata agli storici fumetti di casa Marvel.

THE GIFTED: L-R: Sean Teale and Stephen Moyer in THE GIFTED premiering premiering Monday, Oct. 2 (9:00-10:00 PM ET/PT) on FOX. ©2017 Fox Broadcasting Co. Cr: Ryan Green/FOX

Reed (Stephen Moyer, il Vampiro Bill in True Blood) e Caitlin Strucker (Amy Acker, Person of Interest) hanno una famiglia normale e una vita altrettanto tranquilla, finché non scoprono che i loro figli, Andy e Lauren, sono mutanti. Braccati dal governo degli Stati Uniti gli Strucker sono costretti a fuggire e a chiedere aiuto a un gruppo clandestino di mutanti, iniziando una vita da profughi. Ma si può davvero fuggire da sé stessi?

Protagoniste di The Gifted non sono le epiche storie di eroi dai poteri straordinari a cui siamo abituati al cinema ma le vite di personaggi reali in cui potersi facilmente identificare, con un approccio più sociale e psicologico e la capacità di osservare con senso critico le contraddizioni della società americana.

La serie trasporta lo spettatore nell’universo dei mutanti perseguitati che caratterizza tutta la saga degli X-Men. Chi nasce con il famoso gene X e ha ricevuto in dono dei poteri (il titolo inglese parla proprio di dono, gift) rischia di essere incarcerato brutalmente, nonostante i mutanti della serie non vogliano far male a nessuno. Le loro capacità che potrebbero essere usate per scopi benefici (dal teletrasporto alle facoltà extrasensoriali) sono invece considerate un pericolo per l’equilibrio sociale, di qui il classico scontro fra Stato e supereroe che riprende uno dei leitmotiv della fumettistica americana dal forte carattere individualista.

THE GIFTED: L-R: Percy Hynes White and Natalie Alyn Lind in THE GIFTED premiering Monday, Oct. 2 (9:00-10:00 PM ET/PT) on FOX. ©2017 Fox Broadcasting Co. Cr: Ryan GreenFOX

THE GIFTED: L-R: Percy Hynes White and Natalie Alyn Lind in THE GIFTED premiering Monday, Oct. 2 (9:00-10:00 PM ET/PT) on FOX. ©2017 Fox Broadcasting Co. Cr: Ryan GreenFOX

Molti critici USA hanno voluto vedere nella serie un’allegoria sul tema sempre scottante dell’immigrazione clandestina soprattutto ora, con i rigurgiti xenofobi della nuova amministrazione Trump. Senza scordare tutte le altre categorie storicamente emarginate nella società contemporanea. Non a caso 2 mutanti sono interpretati da attori non americani, uno del gruppo è gay, mentre il figlio degli Strucker è un timido studente perseguitato da bulli violenti. Sarà proprio la reazione all’ennesima aggressione a una festa scolastica a scatenare i suoi poteri nell’avvio della puntata pilota, con una tale violenza da demolire l’intero edificio (omaggio esplicito a Carrie di Brian De Palma).

Ma l’altro tema portante è quello della famiglia, costretta ad abbandonare tutto e a vivere in fuga per impedire che i figli vengano fatti prigionieri. E questo nonostante il padre sia un procuratore distrettuale che in passato dava anche lui la caccia ai mutanti ma ora deve rivedere i suoi antichi pregiudizi. Grazie alla sceneggiatura di Matt Nix (Burn Notice), The Gifted trascina lo spettatore in una corsa frenetica di inseguimenti e effetti speciali. La serie è prodotta da Bryan Singer (I Soliti Sospetti), il creatore della saga degli X-Men al cinema.

www.mondofox.com


RAI2: FRANCESCA MICHIELIN OSPITE A “QUELLI CHE IL CALCIO” CANTA LA SUA ULTIMA HIT “VULCANO”

Al tavolo Pietro Sermonti, Diego Abatantuono e Eleonora Pedron. Francesco Mandelli fa un tuffo nel Medioevo al Palio dei Cantù di Martinengo.

Nuovo appuntamento con “Quelli che il Calcio” condotto da Luca Bizzarri, Paolo Kessisoglu e Mia Ceran, in onda domenica 15 ottobre alle 13.45 su Rai2.

Ospite musicale della puntata Francesca Michielin con il suo ultimo singolo “Vulcano”, già al numero 1 in radio. Scritto dalla giovanissima cantautrice “di notte, in un bar indiano” e lanciato su YouTube quest’estate con un videoclip girato a Berlino, il brano anticipa l’album in uscita questo autunno. Accompagnata dalla band dei Jaspers, Francesca Michielin si esibirà anche in un divertente “centone” al fianco di Luca e Paolo.

Pietro Sermonti, dal 26 ottobre al cinema con la commedia “Terapia di coppia per amanti”, Eleonora Pedron e Diego Abatantuono siedono al grande tavolo di “Quelli che il calcio” con l’arbitro degli arbitri Paolo Casarin, il guru dei motori Giorgio Terruzzi e il Campione del Mondo Fulvio Collovati. Immancabili Emanuele Dotto alla postazione tecnica e Melissa Greta Marchetto, pronta a raccontare dalla postazione web le storie più divertenti della “rete”.

L’attaccante e presidentessa dell’Inter femminile Regina Baresi commenta le partite con Federico Russo e i Calciatori Brutti al “chiosco di kebab” in Corso Sempione mentre Mimmo Magistroni, i Mariachi e Totò Schillaci sono in Piemonte per riproporre i migliori gol della Serie A con i “pulcini” del Pinerolo FC. Un salto nel Medioevo per Francesco Mandelli in trasferta al 37° Palio dei Cantù di Martinengo (BG) dove, tra accampamenti e combattimenti medievali, oltre 500 figuranti in abiti storici rievocano i fasti della Martinengo del 1400, chiudendo la giornata con la celebre corsa degli asinelli.

Nei panni del CT della Nazionale Gian Piero Ventura, torna Ubaldo Pantani, mentre Antonio Ornano e Toni Bonji divertono il pubblico con nuovi esilaranti sketch.

Dagli spalti prosegue l’appassionato racconto del campionato di calcio: seguono l’anticipo delle 12.30 Fiorentina–Udinese, Paolo Vallesi e la bellissima Samira Lui, terza classificata a Miss Italia 2017; commentatori d’eccezione di Bologna-Spal, lo chef Bruno Barbieri e il Maestro d’Orchestra romagnolo Chicco Fabbri, tifoso doc della Spal; a commentare Cagliari-Genoa, il tifoso del Cagliari Boris Carta e l’Ammiraglio, alias Maurizio Tavella, mentre sono a Crotone per Crotone-Torino Marcello Cirillo e lo storico telecronista sportivo Carlo Nesti. Seguono invece Sampdoria-Atalanta il comico Andrea Ceccon e la tifosa dell’Atalanta Miriam Perletti.

QUELLI CHE IL CALCIO è un programma di Stefano Andreoli – Marcello Colombo – Luca Bizzarri – Martino Clericetti –  Walter Fontana – Paolo Kessisoglu – Maria Cristina Massaro – Mattia Odoli – Ubaldo Pantani – Massimo Venier. Regia di Luigi Antonini.


Un ritratto intimo della principessa del popolo raccontato dalla sua stessa voce nelle interviste segrete registrate nel 1991

In onda su National Geographic lunedì 28 agosto alle 20.55 simulcast con National Geographic People e FoxLife

E in chiaro mercoledì 30  agosto alle ore 21.15 su TV8 (tasto 8 del telecomando)

LadyDVeritaÈ il 1991. Tra le mura di Kensington Palace, la principessa del Galles registra delle interviste segrete per il giornalista Andrew Morton. Morton sta scrivendo infatti la sua biografia, vuole raccontare la vita della “principessa del popolo”, la donna più fotografata e giudicata del momento. Nessuno sa ancora nulla della profonda crisi in cui versa il matrimonio tra Diana e l’erede al trono d’Inghilterra.

Diana riflette sulla sua vita, dalla sua infanzia infelice fino al primo incontro con il futuro marito all’eta di 16 anni, al trauma di un’adolescente improvvisamente catapultata sotto i riflettori della stampa mondiale. Perseguitata dai media e adorata da una nazione che vedeva in lei la protaginista di una favola romantica, si trovò completamente impreparata alla fama che la investì. Il documentario rivela i pensieri e i sentimenti di Diana in un preciso momento della sua vita, presentando il suo punto di vista su una vicenda molto complicata. Narrato dalla viva voce della principessa, il documentario contiene molte registrazioni mai andate in onda da cui emerge la profonda differenza tra la Diana pubblica e quella privata, è lei stessa a raccontare dell’emozione del giorno delle nozze, della depressione post partum e della bulimia.

download“National Geographic Documentary Films ha l’obiettivo di produrre documentari sulle storie più importanti della nostra epoca, raccontate dai più grandi filmmaker del mondo” dichiara Tim Pastore, Presidente, Original Programming and Production di National Geographic. “E questo speciale su Diana ne è un esempio, National Geographic continua a fornire al suo pubblico un accesso esclusivo ai più grandi eventi”.

Lady D: le verità nascoste ci offre l’opportunità di essere parte delle riflessioni intime della Principessa Diana in un momento in cui tutti credevano che stesse vivendo una favola, mentre in realtà il suo matrimonio e la sua vita stavano crollando” afferma il produttore esecutivo Tom Jennings di 1985 Films.

Lady D: le verità nascoste sarà trasmesso anche in chiaro mercoledì 30 agosto alle ore 21.15 su TV8 (al tasto 8 del telecomando), la vigilia del ventennale del tragico incidente.


 

LA SERIE TV PIU AMATA E QUELLA RECENTEMENTE INCORONATA REGINA DELLA TV USA

In prima visione assoluta il 27 febbraio: alle 21.00 Grey’s Anatomy 13 e

This is us alle 21:50, su FoxLife (canale 114 di Sky)

THIS IS US -- " " Episode 103 -- Pictured: -- (Photo by: Ron Batzdorff/NBC)

THIS IS US — ” ” Episode 103 — Pictured: — (Photo by: Ron Batzdorff/NBC)

THIS IS US -- "The Big Three" Episode 102 -- Pictured: -- (Photo by: Ron Batzdorff/NBC)

THIS IS US — “The Big Three” Episode 102 — Pictured: — (Photo by: Ron Batzdorff/NBC)

In soli 10 episodi THIS IS US ha conquistato anche gli spettatori italiani per la sua capacità di puntare diritto al cuore e parlare dei sentimenti di gente comune, con una scrittura semplice ma capace di attirare il pubblico. Amori, delusioni, dubbi e paure di un gruppo di personaggi diventati i beniamini delle platee televisive in tutto il mondo. Negli Usa This is us è la vera grande rivelazione della stagione televisiva e ha da poche settimane scalzato The Big Bang Theory nel classifica delle serie tv più viste, record detenuto per molti anni dalla popolarissima sit-com.

Dopo la pausa invernale, lunedì 27 febbraio alle 21:50 su FoxLife (canale 114 di Sky) il primo degli 8 episodi conclusivi della stagione (già annunciate una seconda e una terza) in cui ritroviamo Kate (Chrissy Metz) alle prese con le conseguenze dell’infarto che ha colpito Toby (Chris Sullivan) nell’episodio del mid-season finale.

greys-anatomy-13-posterLa serata di lunedì su FoxLife viene aperta alle 21:00 dal ritorno di GREY’S ANATOMY con la seconda metà della stagione 13.  Nei nuovi episodi scopriremo come si concluderà la vicenda giudiziaria di Alex (Justin Chambers) e se Amelia (Caterina Scorsone) e Owen (Kevin McKidd)  risolveranno la loro crisi di coppia. Nell’episodio assistiamo anche al viaggio di Miranda (Chandra Wilson), Jo (Camilla Luddington) e Arizona (Jessica Capshaw), che stanno per raggiungere il Try-County, un carcere di massima sicurezza all’interno del quale si trova la loro paziente. Kristen Rochester ha solamente 16 anni, è incinta di 31 settimane ed è molto violenta. In un reparto che sembra un’infermeria malridotta le tre donne si affacciano a una realtà desolante, rivelatrice dei grandi problemi del sistema carcerario statunitense.

FoxLife è solo su Sky (canale 114)

www.mondofox.it

facebook.com/foxlifeitalia

twitter.com/foxlifeit


legion-stagione-1-232x348LEGION

La prima serie Tv ispirata all’universo degli X-Men 

Dal 13 febbraio il lunedì alle 21:50 in prima visione assoluta su

FOX (Sky 112)

LEGION -- "Chapter 1" (Airs Wednesday, February 8, 10:00 pm/ep) -- Pictured: (l-r) Dan Stevens as David Haller, Rachel Keller as Syd Barrett. CR: Michelle Faye/FX

LEGION — “Chapter 1” (Airs Wednesday, February 8, 10:00 pm/ep) — Pictured: (l-r) Dan Stevens as David Haller, Rachel Keller as Syd Barrett. CR: Michelle Faye/FX

Creata da Noah Hawley (il suo Fargo ha vinto l’Emmy), la nuova serie in 8 episodi catapulta lo spettatore nel complesso mondo emotivo di un ragazzo recluso da anni in un ospedale psichiatrico. In realtà, le voci che il protagonista David Haller (Dan Stevens) sente non sono frutto di una schizofrenia incurabile: lui è il figlio del leader degli X-Men, Charles Xavier, ed è un mutante dai poteri incontrollabili.

Legion è basata sul fumetto omonimo ma si addentra nell’universo degli X-Men con un approccio inedito, esplorando anche il suo lato esistenziale. Per trasporre visivamente la realtà vacillante in cui è intrappolato David sono stati impiegati effetti speciali che indugiano sull’esplosione dei suoi poteri telecinetici, mettendo in scena atmosfere allucinate e disturbanti.

LEGION -- "Chapter 1" (Airs Wednesday, February 8, 10:00 pm/ep) -- Pictured: Dan Stevens as David Haller. CR: Chris Large/FX

LEGION — “Chapter 1” (Airs Wednesday, February 8, 10:00 pm/ep) — Pictured: Dan Stevens as David Haller. CR: Chris Large/FX

Hawley ha spiegato a Entertainment Weekly che il suo protagonista si discosta dal genere dei supereroi dove i protagonisti sono spesso tormentati e cacciatori di demoni che non potranno mai essere felici perché devono salvare il mondo e ha alleggerito i toni di Legion rendendo la serie più intima e personale, con un mix di drama e humour. Qui il protagonista non agisce motivato dal voler uccidere il cattivo di turno ma da una cotta per la misteriosa Syd Barrett (Rachel Keller), così chiamata in omaggio ai Pink Floyd, ispiratori del mood psichedelico della serie (le scenografie rimandano a film come Arancia meccanica e Quadrophenia).

LEGION - Pictured: Dan Stevens. CR: Chris Large/FX

LEGION – Pictured: Dan Stevens. CR: Chris Large/FX

La ragazza sfugge il contatto fisico perché condannata a scambiare il proprio corpo con chiunque la tocchi: sarà lei la forza motrice che spinge David verso una nuova direzione. Syd lo conduce dalla dottoressa Melanie Bird (Jean Smart, Fargo), una terapista che usa metodi non convenzionali e lo aiuterà a capire che la sua follia è in realtà la manifestazione di un superpotere.  Per Hawley la serie sarà una sorpresa per lo spettatore: a ogni puntata un’evoluzione che la porta in una direzione completamente diversa da quella che si immaginava.

Il protagonista di Legion è Dan Stevens, attore sulla cresta dell’onda dopo aver vestito i panni del marito di Lady Mary, Matthew Crawley, in Downton Abbey e di Bestia nel live action de La Bella e la Bestia con Emma Watson (nelle sale a marzo).

Nel cast anche Rachel Keller (Fargo), Jean Smart (Fargo) e Aubrey Plaza (Parks and Recreations). Oltre alla firma di Noah Hawley la serie porta quella di Bryan Singer (Dr. House, X-Men 2, I soliti sospetti).

Per il appassionati anche un sito dedicato a Legion all’interno di Mondofox, il portale del gruppo  punto di riferimento per tutti gli appassionati di tv e cinema. (http://www.mondofox.it/legion) un social game per scoprire quali superpoteri sono nascosti nella nostra mente, interviste ai protagonisti della serie, recensioni dei fumetti e un video in realtà virtuale a 360°.

Sarà possibile twittare in diretta con l’hashtag  #Legion

http://www.mondofox.it/legion 

 


“NOTORIUS” SESSO, BUGIE e SCANDALI TV

NOTORIOUS- PILOT

NOTORIOUS- PILOT

In prima visione assoluta dal 16 gennaio, il lunedì alle 21:00 su FoxLife (canale 114 di Sky)

Notorious racconta cosa accade quando si intrecciano il mondo della legge e quello dei mezzi di comunicazione attraverso l’esplosivo rapporto tra Jake Gregorian (Daniel Sunjata) e Julia George (Piper Perabo, Le ragazze del Coyote Ugly), produttrice del programma d’informazione giornalistica più spregiudicato d’America. Julia è abituata a creare scandali ed è sempre a caccia dell’ultimo scoop: il suo motto è “lo show prima di tutto“. Jake è un brillante avvocato americano che ha solo clienti dal conto in banca a sei zeri.

La trama è ispirata ad una storia vera, ovvero l’amicizia tra l’avvocato delle celebrità Mark Geragos (fra i suoi clienti Michael Jackson e  Wynona Rider) e la produttrice televisiva Wendy Walker, conosciuta soprattutto per il suo lavoro nel Larry King Live. La salda alleanza professionale tra Mark e Wendy ha influenzato alcuni dei fatti di cronaca più chiacchierati degli ultimi anni.

Con la televisione entrata nelle aule di tribunale, si è fatto sempre più labile il confine fra informazione e  spettacolarizzazione della giustizia. Notorius prende spunto proprio dall’amicizia tra i due e dalle implicazioni che il rapporto tra un avvocato e una produttrice televisiva ha avuto nella cronaca americana.

Nella serie tv Julia produce la trasmissione di approfondimento Louise Herrick Live dove i clienti di Jake vengono invitati come ospiti. I due manipolano l’opinione pubblica e distorcono le informazioni a vantaggio dei dati di ascolto e dei clienti dell’avvocato. Non si curano dei problemi di etica professionale e brillano come la più felice e funzionale non-coppia della televisione. L’accordo segreto è non nascondersi nulla ma mentire a tutti gli altri.

Nel primo episodio Julia e Jake sembrano avversari dopo il colpo basso che lei sembra avergli giocato: lo ha invitato come ospite al suo show giusto in tempo per mostrargli l’arresto in diretta del suo cliente più famoso. E’ sufficiente il tempo di un cambio di scena per mostrare come la coppia sia complice di una ferrea alleanza. Julia ha guadagnato una succulenta esclusiva per lo show mentre per l’avvocato c’è la possibilità di creare dubbi nello spettatore sulla colpevolezza del suo assistito.

Mark Gregaros ha così commentato la serie tv tratta dalle sue vicende professionali: “Da una parte ci sono gli show televisivi che devono aumentare lo share, dall’altra gli avvocati che hanno bisogno di far sapere all’opinione pubblica la versione che del loro cliente. Notorious si avvicina molto a quello che succede nella vita reale”.

La serie è scritta e prodotta da Josh Berman, già artefice del successo di The Blacklist, Bones e CSI.


fox

 

 

THE WALKING DEAD 7: TUTTO QUELLO CHE C’E’ DA SAPERE SULLA NUOVA STAGIONE

 THE WALKING DEAD 7 in prima visione assoluta lunedì 24 ottobre – alle 21:00 su FOX (canale 112 di Sky)

the-walking-dead

Come sanno i fan dopo lo spaventoso finale della stagione precedente, Negan (Jeffrey Dean Morgan, Grey’s Anatomy), è il nuovo protagonista con cui tutti nella serie dovranno fare i conti. L’attesa sta per finire e sapremo finalmente chi sarà la vittima della brutale esecuzione del capo dei Salvatori. Domani la messa in onda su FOX (canale 112 di Sky) in prima visione assoluta alle 21:00 della prima puntata della settima stagione di The Walking Dead. 

Molto si è detto di questo ultimo episodio e del suo cliffhanger. Di cosa di tratta? E’ un espediente narrativo usato già in letteratura e nel cinema in cui la narrazione si conclude con un’interruzione brusca in corrispondenza di un colpo di scena caratterizzato da forte suspense. Uno dei più illustri riferimenti sono Le mille e una notte. La tecnica è stata mutuata anche dalla serialità televisiva: tutti ricordano la scena di Dallas in cui J.R. venne ferito e l’America intera aspettò mesi per sapere chi fosse il colpevole (la cognata del protagonista, in quel caso).

I fan di The Walking Dead sanno bene che le speculazioni sulla vittima di Negan non dipendono dai fumetti da cui è tratta la serie tv perché non c’è parallelismo fra le storie disegnate e quelle che vediamo sullo schermo. Il creatore della serie Robert Kirkman ha spiegato quanto sia stato difficile evitare che qualsiasi notizia trapelasse durante le riprese.

Pare che ciascuno degli 11 attori del cast coinvolti abbia girato la scena della propria morte. I produttori di The Walking Dead e il regista dell’episodio avrebbero poi lavorato con gli autori per decidere chi effettivamente sarebbe morto, senza neppure rivelarlo agli attori. Tutto questo per evitare la fuga di notizie dal set e il temutissimo spoiler (altro termine di uso comune fra i fan delle serie tv) ovvero l’anticipazione sulla trama che letteralmente “rovina” la visione allo spettatore.

Ma quelli che aspettano di sapere chi morirà nell’avvio della nuova stagione sono in ansia anche per quello che succederà dopo che la vittima è stata rivelata. Negan non sarà infatti l’unica novità, con lui anche il nuovo personaggio King Ezekiel, interpretato da Khary Payton (General Hospital) sempre affiancato dalla fedele tigre Shiva. Quale dei due eccentrici e carismatici leader avrà la meglio? Ezekiel nel fumetto si rivela un valido alleato per Rick (Andrew Nichols) nella lotta contro Negan, sarà così anche nella serie tv? Secondo Kirkman  la nuova stagione sarà epica e allargherà ulteriormente gli orizzonti dello show.

E per i fan che guardano al futuro, negli Usa è già stata annunciata la produzione dell’ottava stagione che vedrà in onda l’episodio numero 100.

www.mondofox.it

facebook.com/foxitalia

twitter.com/foxtvit  


fox

 

AMERICAN HORROR STORY ROANOKE

Il sesto capitolo dell’antologia horror di Ryan Murphy 

Ascolti record negli USA

con la “macellaia” Kathy Bates


american-horror-story

In prima visione assoluta dal 21 ottobre il venerdì alle 21:50 su FOX (canale 112 di Sky)

La pluripremiata serie horror creata da Ryan Murphy torna su FOX con la sua sesta stagione inedita.

American Horror Story, cambia tema e pesonaggi a ogni stagione, l’ambientazione è passata da una casa infestata (Murder House), a un manicomio degli orrori (Asylum), dalle streghe (Coven) ai fenomeni da baraccone (Freak Show), fino a un albergo brulicante di omicidi, lussuria e vampiri (Hotel).

Stavolta il tema dominante, svelato dopo una lunga e misteriosa campagna promozionale, sono le vicende accadute a Roanoke ovvero l’isola in cui 117 coloni inglesi scomparvero misteriosamente nel XVI secolo. American Horror Story: Roanoke si concentra sulle terrificanti esperienze di una giovane coppia nelle zone rurali della Carolina del Nord. Sacrifici umani, una casa infestata, e una Kathy Bates più spaventosa di quella di Misery non deve morire. 

La serie si conferma per la qualità del suo cast, riconfermando Sarah Paulson, recentemente incoronata agli Emmy come miglior attrice drammatica (Il caso O.J.Simpson: American Crime Story) insieme ad altre vecchie conoscenze (Lady Gaga e Matt Bomer). Nella nuova stagione anche una grande novità: un attore del calibro di Cuba Gooding Jr. (premio Oscar per Jerry Maguire, appena visto ne Il caso O.J.Simpson: American Crime Story).

www.mondofox.it

facebook.com/foxitalia

twitter.com/foxtvit  

 

A proposito dell'autore